Germania, Sigmar Gabriel: “Escludere i costi delle riforme dal debito”

Sigmar GabrielSigmar Gabriel, vicecancelliere e ministro dell’Economia della Germania, sembra lanciare un messaggio abbastanza chiaro all’Unione Europea: sarebbe opportuno escludere i costi delle riforme dal disavanzo pubblico e dal debito sovrano. “Si potrebbe formulare un patto con i paesi seriamente impegnati sulla via delle riforme. A coloro che sono determinati a portare avanti queste riforme daremo più tempo per attuarle, perché rientrino poi nei parametri del deficit” spiega Gabriel. Il ministro dell’Economia tedesco ha poi aggiunto che per risolvere l’alto livello dei deficit pubblici, è necessario perseguire due strade: quella della crescita e quella della creazione dei posti di lavoro, solo così si riuscirà ad abbattere il deficit. Tornando sul concetto principale di Gabriel, le sue parole hanno creato anche un po’ di imbarazzo in Germania: sappiamo bene infatti che la coalizione di governo è sempre stata per una linea dura, guidata dal ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble e dalla cancelliera Angela Merkel. Le parole di Gabriel invece potrebbero spaccare la coalizione tedesca, fino ad ora sempre stabile su posizioni molto più rigide. Di sicuro, le parole del ministro dell’Economia tedesco, sembrano dare un’apertura anche a Matteo Renzi e all’Italia, che avevano già anticipato questa soluzione nelle scorse settimane, senza però ricevere molti riscontri positivi.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*