Governo Monti, in arrivo manovra correttiva da 20 miliardi?

Iniziano a circolare le prime voci sulla futura manovra che il Governo Monti dovrebbe presentare. Si parla con sempre più insistenza di una manovra correttiva da 20 miliardi, che permetterebbe di raggiungere il pareggio di bilancio nel 2013. Se Monti dovesse ottenere indicazioni positive da Bruxelles, con suggerimenti meno restrittivi, la manovra potrebbe scendere fino a 15 miliardi. L’alternativa, dunque con misure molto restrittive da Bruxelles, potrebbe vedere appunto una manovra correttiva da 20-25 miliardi di euro. Fra le idee che sembrano essere circolate nello scorso Consiglio dei Ministri, la possibilità di avviare alcuni interventi atti a sostenere il sistema produttivo italiano: si potrebbe ridurre il carico fiscale sui lavoratori e sulle imprese, diminuendo il peso dell’Irap. Inoltre fra le proposte in ballo c’è la possibilità di passare per un premio fiscale alla capitalizzazione delle imprese. La manovra comunque sarà molto articolata, come conferma lo stesso Monti. “Le linee di una complessa politica economico-sociale saranno presentate nei prossimi giorni. Proprio per questo c’è voluto più tempo del previsto per mettere a punto la squadra di governo”. La manovra verrà articolata in tre filoni: il primo riguarda le misure più urgenti, con particolare attenzione ai nuovi tagli alla spesa, il secondo livello riguarderà il sostegno alla crescita mentre il terzo punto sarà quello delle riforme strutturali. Verrà ritoccato il sistema delle pensioni, si sta lavorando sulla reintroduzione dell’Ici sulla prima casa, mentre più difficoltà sulla patrimoniale, bocciata apertamente da Silvio Berlusconi. La nuova manovra potrebbe essere presentata la prossima settimana, a pochi giorni dal nuovo Consiglio Europeo dell’8-9 dicembre.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*