Governo, si pensa ad un mini-condono edilizio?

Dopo la già tanto discussa Manovra Finanziaria che ha superato i 24 miliardi di euro, il Governo sta pensando ad un metodo per fare “cassa”. Alcuni senatori del Pdl stanno pensando alla proposta della creazione del condono edilizio. Cosa è un condono edilizio? E’ uno strumento, approvato e promosso dal Governo, al quale aderiscono i cittadini per ottenere l’annullamento di una sanzione. Nel caso del condono edilizio, per chi avesse commesso abusi edilizi, sempre nel rispetto delle regole di costruzione, pagando una cifra si annullano le sanzioni in cui si potrebbe incorrere. Sarebbe la terza occasione in cui il Governo Berlusconi approva questa norma. Spesso la “manovra del condono” è servita a fare cassa: molti infatti i cittadini italiani che hanno aderito, portando nelle casse molte tasse che sarebbero andate perse. Ovviamente contrario il partito d’opposizione, il Pd. “Come previsto la maggioranza si accinge a inserire nella Finanziaria a un nuovo condono edilizio, il terzo dell’era Berlusconi. Bisogna fermarli, sarebbe il via libera definitivo al saccheggio del paesaggio e un regalo da miliardi di euro per chi ha costruito illegalmente. Altro che risanamento dei conti pubblici: così diventerebbe la Finanziaria delle ecomafie”. Il Pdl si “difende” la proposta e spiega che: “si tratterebbe di una norma da attribuire a chi crea un abuso per ‘necessità'”. Verranno esclusi gli abusi commessi in zone protette, i grandi abusi edilizi. Il testo attualmente è in lavorazione, potrebbe essere presto presentato alla commissione di Bilancio.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*