In calo le scommesse sportive

scommesseLe scommesse sportive presentano un nuovo calo nel mese di novembre. Le giocate del mese appena trascorso hanno raggiunto i 375 milioni di euro di raccolta, un decremento del 20,8% rispetto ai 475 milioni del novembre dello scorso anno.

Agicos (Agenzia Giornalistica Concorsi e Scommesse) conferma che 117 milioni di euro sono arrivati grazie alle varie modalità di gioco on line. Il  leader di mercato resta la Snai, con una raccolta di scommesse pari a 130 milioni, seguono Lottomatica/Totosi, con 80 milioni e Sisal con 40 milioni. Sul mercato on line gli equilibri sono differenti, a farla da padrone è la Microgame, che presenta incassi per 36 milioni di euro, e risulta la società numero uno delle scommesse su internet.

[ad]

Il trend negativo nel ramo scommesse sportive è già iniziato ad ottobre, dove si è registrata una seppur lieve diminuzione. Nell’ottobre del 2009 la raccolta è infatti scesa a 392 milioni, rispetto ai 407 milioni di ottobre 2008, un calo di 3,7%. Sembra che a favorire il calo siano stati più fattori, quali una rete di scommesse illegali in costante crescita, minore numero di partite di Champions League, e ottime performance di nuovi giochi non legati ad eventi sportivi.

In un discorso più ampio si può notare però, come la febbre del gioco per gli italiani non passi mai, anche in tempi di crisi. Se le scommesse sportive registrano battute d’arresto, i gratta e vinci ed i poker online sembrano inarrestabili nel loro trend di crescita. In Italia si stima un giro d’affari delle lotterie superiore a quello del mercato immobiliare e dati statistici mostrano puntate medie per giocatori superiori a 25 euro a puntata.

Giuseppe Raso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*