Incentivi, dal 3 novembre via libera ai settori più richiesti

La notizia era trapelata a fine settembre, ma dopo non si erano avuti più riscontri. Si pensava che i fondi destinati agli incentivi al consumo, per i settori che non avevano riscosso grande successo, potessero essere destinati ai settori che invece li avevano esauriti, tutti e in pochissimi giorni. Il sottosegretario allo Sviluppo economico, Stefano Saglia, aveva detto che sarebbe arrivato un decreto che senza dubbio poteva distribuire nuovamente lo stesso quantitativo di fondi, e così è stato. Infatti a partire dal 3 novembre, i 110 milioni di euro rimasti come fondo per gli incentivi al consumo saranno rimodulati. Ciò vuol dire che verranno destinati ai settori dove i fondi sono stati già esauriti: questo decreto è stato firmato dal ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani. Fino al 3 novembre, i settori con “poco successo” saranno ancora dotati di questi incentivi, al termine del periodo previsto però i soldi verranno distribuiti in maniera comune agli altri settori: l’acquisto di nuovi motocicli, nautica, cucine, elettrodomestici. Questi i settori dove la richiesta è stata molto alta, ma non tutti sono stati accontentati. “Finora sono stati concessi oltre 925mila contributi. In totale sono stati impegnati 189 milioni di euro sui 300 milioni messi originariamente a disposizione – spiega Paolo Romani – in un momento di difficile congiuntura economica la misura governativa degli incentivi ha dato un forte sostegno a importanti settori del nostro made in Italy”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*