Intesa Sanpaolo: comunicati i dati relativi ai conti dei primi mesi del 2016

I primi tre mesi dell’anno si sono chiusi in calo per Intesa Sanpaolo: questo è quanto emerso dall’Assemblea dei soci. Con una nota ufficiale è poi stato precisato che, nonostante il calo, i risultati sono comunque migliori rispetto a quelli previsti. La cifra del primo bilancio è pari a 806 milioni di euro, ovvero il 24,2% in meno rispetto allo stesso periodo del 2015. Gli analisti avevano preventivato un introito per la banca di 713 milioni. Senza il contributo ordinario al fondo di risoluzione imposto dalle direttive europee, l’utile avrebbe toccato i 902 milioni.

Intesa Sanpaolo: c’è fiducia per il raggiungimento dell’obbiettivo dei 3 miliardi

L’amministratore delegato Carlo Messina si è detto fiducioso, dopo i risultati dei conti dei primi mesi del 2016. La soglia dei 3 miliardi indicata come obbiettivo dell’anno può essere raggiungibile e con questi risultati Intesa Sanpaolo sarebbe già a metà del percorso. Intanto, dopo i dati comunicati dall’Assemblea, la Borsa ha reagito positivamente sul titolo dell’istituto, ora quotato con un +0,27%. Messina ha poi parlato anche di Atlante e di Veneto Banca, dichiarando che:

alla fine della prossima settimana inizieremo il pre marketing per l’aumento e la quotazione. Se la transazione può essere di successo, Atlante non deve prendervi parte. Ma è anche chiaro che il nostro istituto, avendo investito in Atlante, non è disponibile a detenere alcuna azione di Veneto Banca. Se l’operazione sarà di successo sul mercato, saremo molto felici. Altrimenti Atlante avrà la possibilità di entrare anche in Veneto Banca.

Infine, l’amministratore delegato ha confermato “l’impegno alla distribuzione di tre miliardi di euro di dividendi cash, indicato nel piano di impresa 2014-2017” e cheLa banca si attende una crescita dei proventi operativi netti, connessa alla dinamica delle commissioni nette e dei crediti alla clientela, del risultato della gestione operativa, anche grazie al costante controllo dei costi, e del risultato corrente al lordo delle imposte, con una riduzione del costo del rischio, nel quadro di una redditività sostenibile”.

Lanciata la campagna “Sharing ideas”, in collaborazione con stv DDB e MEC

Intesa Sanpaolo punta sul concetto di condivisione, per promuovere il proprio marchio. E’ stata infatti lanciata la campagna pubblicitaria chiamata “Sharing ideas”, che letteralmente significa “condividere idee”. Il progetto prevede due spot da 15 e 30 secondi, disponibili on air a partire da domenica 8 Maggio. Negli spot, il protagonista è il “tavolo”, oggetto quotidiano e concreto scelto per rappresentare i valori dell’istituto. D’altro canto, si è pensato che nell’immaginario collettivo un tavolo stia a significare anche il momento in cui ci si ritrova a dialogare, discutere, progettare, insomma “condividere”. Il direttore delle Relazioni esterne della banca Vittorio Meloni ha spiegato che: “Mettendo al centro della strategia di comunicazione il concetto di condivisione, il nostro istituto risponde a chi, come le imprese, le famiglie, i giovani, cerca risposte per i propri progetti di crescita. Il nuovo modello di filiale, con i suoi spazi modulabili e la versatilità di funzioni che lo caratterizza, esprime proprio questa evoluzione del rapporto con la clientela e con la società. Nella campagna pubblicitaria, così come nelle filiali di nuova concezione, il tavolo attorno al quale ci si incontra diventa simbolo di questo modo innovativo di fare banca. E per noi la condivisione si realizza non solo all’interno di uno spazio fisico, ma anche attraverso i canali digitali, che costituiscono una piattaforma di confronto interattivo fondamentale”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*