Isae, cresce la fiducia nelle imprese italiane

Puntuale arriva la stima mensile del mese di maggio, dell’Isae, l’Istituto di Studi e Analisi Economica. L’indice elaborato da Isae mostra come sisa in aumento la fiducia dei cittadini nelle imprese italiane. Il dato è in costante – ma lieve – aumento, raggiungendo comunque il massimo dal giugno 2008.
Anche se – spiegano gli analisti – la prospettiva non è delle piu positive: la crisi e la caduta del valore dell’euro, unita ai tentennamenti dei listini azionari, potrebbero portare il prossimo mese un peggioramento di quest’indice.
L’Isae attribuisce il rafforzamento della fiducia, con un indice che passa da 95,9 di aprile a 96,2 di maggio; l’Isae segnala una riduzione delle scorte di magazzino (-3 da -2) e il miglioramento degli indicatori relativi agli ordini (-33 da -35). Invece sono in flessione le attese di produzione, ma ciò che deve fare riflettere, è il peggioramento piuttosto netto dei giudizi sulla situazione economica del paese, con il relativo indice in flessione a -19 da -14.
L’inchiesta Isae prosegue con una divisione: grandi imprese e piccole imprese. Possiamo dunque dire che a livello settoriale, c’è molto più ottimosmo sulle imprese che producono beni di investimento e beni intermedi, mentre resta pressochè invariato il clima di fiducia tra i produttori di beni di consumo. Altra separazione, stavolta regionale. Infatti a livello territoriale, la crescita è particolarmente forte nel Nord Ovest, mentre resta più contenuta nel Mezzogiorno. Le imprese del Centro sono le più pessimiste mentre le aziende del Nord Est mantengono stabile la fiducia.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*