Istat, calo dei consumi: soffre il settore alimentare

L’Istituto nazionale di statistica ha pubblicato lo studio che riguarda le vendite al dettaglio del mese di agosto 2010. Secondo i dati Istat, in confronto al mese di luglio 2010, i dati di agosto sono pressochè identici, mentre in relazione allo stesso periodo dell’anno precedente (ossia agosto 2009) il dato (l’indice grezzo) delle vendite al dettaglio è in aumento dello 0.3%. In flessione rispetto al mese precedente, la vendita dei prodotti alimentari, che cala dello 0.5%; bene la vendita dei prodotti “non alimentari”, che fanno registrare un aumento pari allo 0.2%. Passando in rassegna i dati di agosto 2009, possiamo notare come i prodotti non alimentari hanno aumentato le loro vendite dello 0.9%, mentre quelli alimentari sono in flessione dello 0.8%. Interessante il dato complessivo delle vendite di agosto: le vendite al dettaglio come già detto sono in crescita dello 0.3%, grazie all’aumento delle vendite nelle imprese operanti su piccole superfici (aumento dello 0.8%) mentre in flessione sono le vendite nella grande distribuzione, che fanno segnare un – 0.3%. Ecco cosa si legge a tal proposito nella nota Istat. “Nella grande distribuzione le vendite di prodotti alimentari sono diminuite dello 0,8 per cento, mentre quelle di prodotti non alimentari sono rimaste invariate. Nelle imprese operanti su piccole superfici le vendite di prodotti alimentari sono diminuite dello 0,8 per cento, mentre quelle di prodotti non alimentari hanno segnato una crescita dell’1,2 per cento”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*