Istat, comunicato il tasso d’inflazione medio per il 2011: è al 2.8%

L’Istituto nazionale di statistica, l’Istat, ha comunicato il dato del tasso d’inflazione medio annuo per il 2011: il valore calcolato dall’Istat si attesta al 2.8%. Il dato conferma le stime preliminari dell’ente di statistica, dimostrando di essere in evidente crescita rispetto al dato del 2010, quando il tasso d’inflazione medio si attestò all’1.5%. E’ il dato medio più alto dal 2008%, quando il tasso d’inflazione medio raggiunse quota 3.3%. Secondo quanto comunicato dall’Istat, il mese di dicembre ha visto un aumento dell’indice nazionale dei prezzi al consumo pari al +0.4%, rispetto al mese di novembre 2011, mentre il valore è addirittura aumentato del +3.3% rispetto a dicembre 2010, confermando dunque le stime provvisorie delle scorse settimane. Calcolando l’inflazione di fondo, ossia al netto dei prodotti energetici e degli alimentari freschi, scopriamo come il dato sia stabile al 2.4%, invece calcolando l’inflazione al netto dei soli prodotti energetici, il valore scende al 2.3%. “Nel mese di dicembre – si legge nel comunicato Istat – si rilevano tassi tendenziali di crescita dei prezzi al consumo stabili, o in lieve rallentamento, per quasi tutte le tipologie di beni e servizi. Da un punto di vista settoriale, i due più importanti effetti di sostegno alla dinamica dell’indice generale derivano dagli aumenti congiunturali dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati (+2.9%) e dei Servizi relativi ai trasporti (+1.6%)”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*