Istat, crollano gli investimenti fissi

Giungono i dati dell’Istat, istituto nazionale di statistica, a proposito degli investimenti fissi. Non ci sono buone notizie per l’Italia, perchè secondo i dati Istat, gli investimenti fissi lordi nel nostro paese, nel 2009, sono diminuiti del 12.1%. E’ una contrazione che segue il dato negativo del 2008, quando fece segnare un -4.0%, in contrapposizione col dato positivo del 2007, quando il dato degli investimenti fissi lordi fece segnare +1.7%. In flessione anche la crescita dello stock di capitale netto, che fa segnare un -0,8% rispetto al dato del 2008. Quali sono i beni d’investimento in crisi? Sicuramente il settore che perde di più è quello delle costruzioni, con -49.5%; seguono i mezzi di trasporto (-2.8%), software (-3.7%) e altri servizi e immateriali (-6.5%). L’Istat segnala che il dato è molto preoccupante, perchè una crisi così non si registrava dal 1993, quando il dato fece segnare -11.5%. Male il settore industriale, che ha subito un calo del 14.9% rispetto all’anno 2008, con investimenti per addetto di 10.200 euro, 1.100 euro in meno rispetto al 2008. In calo anche il settore dei servizi: il dato del 2009 fa segnare -10.6%, contro il -4% dell’anno precedente, con una spesa per adetto pari a 9.500 euro, ben mille euro in meno rispetto all’anno prima. Analizzando comunque gli investimenti, possiamo dire che quelli sui servizi sono il settore più scelto, con il 68.1% degli investimenti nel 2009, seguono industria (28,3%) e Agricoltura (3,6%) che è il settore che ha subito il crollo piu elevato degli investimenti.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*