Istat, disoccupazione al 12.7%: +0.7% sul 2013

disoccupazioneL’Istat ha pubblicato i dati relativi al tasso di disoccupazione in Italia nel mese di marzo. Il terzo mese del 2014 ha mostrato un tasso di disoccupazione pari al 12.7%: c’è un leggerissimo miglioramento rispetto al mese di febbraio (-0.1%), ma ciò che preoccupa è il raffronto col 2013. Infatti, prendendo in esame il dato di marzo 2013, scopriamo come nel mese scorso il tasso di disoccupazione sia cresciuto di +0.7%. Nonostante il miglioramento rispetto a febbraio 2014, la disoccupazione in Italia resta a livelli record: infatti il tasso è ai livelli massimi dalle serie mensili, iniziate nel 2004, così come è ai livelli massimi per le serie trimestrali, il cui inizio risale al 1977. C’è da guardare con cauto ottimismo questa situazione: a marzo c’è stato un calo in termini congiunturali, inoltre il decreto legge sul lavoro del ministro Poletti potrebbe ben presto essere approvato, portando notevoli benefici all’intero mondo dell’occupazione. A proposito di occupazione, per la prima volta negli ultimi mesi, l’occupazione è in crescita: +0.3% rispetto al mese precedente, pari a 73 mila lavoratori in più. Rispetto all’anno scorso però, il dato dell’occupazione è in calo dello 0.6%. Il numero degli italiani inattivi diminuisce: -0.5% rispetto a febbraio 2014, mentre il calo è più importante rispetto a marzo 2013, con un promettente -1.2%. Il tasso di inattività diminuisce così del -0.3% su base annua, un altro dato incoraggiante. Positivo anche il dato dell’inattività fra i giovani: -0.1% rispetto a dodici mesi, per la fascia d’eta compresa fra 15 e 24 anni.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*