Istat, disoccupazione all’8.4% nel 2010

Arriva il dato definitivo sulla disoccupazione in Italia nel 2010: l’Istat conferma che nell’anno appena trascorso è aumentata la disoccupazione. Il numero dei disoccupati si è attestato all’8.4% della popolazione italiana, dato che aumenta dello 0.6% rispetto al 2009, quando il tasso di disoccupazione si fermò al 7.8%. Secondo l’Istituto nazionale di Statistica, si tratta del dato più alto dal 2004, anno in cui inizia la serie storica. Passando a dati più attuali, il mese di febbraio ha visto una leggera discesa del tasso di disoccupazione: infatti siamo passati dall’8.6% di gennaio 2011, all’8.4% di febbraio 2011, con una diminuzione dunque di 0.2 punti percentuali sul mese precedente, mentre la diminuzione su base annua è dello 0.1%. Più interessante il dato sulla disoccupazione giovanile, che è scesa di 1.3% a livello congiunturale, attestandosi dunque al 28.1%. Il tasso di inattività invece cresce: gli inattivi fra i 15 e i 64 anni aumentano di 21 mila unità (lo 0.1%) rispetto al emse precedente. Al Sud una donna su due fra i 15 ed i 24 anni è disoccupata: infatti il dato sulla disoccupazione giovanile relativo al mondo femminile fa segnare il 42.4%. Non va meglio per il tasso di inattività: infatti sempre al Sud, le donne inattive raggiungono il 62.8%, contro il 48.8% degli uomini, ma il tasso di donne disoccupate al Nord ed al Centro è ugualmente alto rispetto al tasso di disoccupazione maschile.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*