Istat, ecco le novità del paniere per l’inflazione

supermarketCome ogni anno, l’Istat modifica gli elementi che fanno parte del famoso “paniere dell’Istat per l’inflazione“: un paniere “virtuale”, dove vengono inseriti i prodotti di maggiore consumo in Italia. L’insieme di questi prodotti permette di calcolare un tasso d’inflazione sempre più reale, proprio perchè calcolato su elementi che gli italiani abitualmente acquistano. Il 2013 vede una maggiore presenza di prodotti informatici, già entrati in massa lo scorso anno: adesso si fanno sempre più presenti smartphone, tablet e i tablet che diventano notebook. Ma è chiaro che l’ingresso di alcuni prodotti, favorisce l’uscita di altri elementi che sono stati meno acquistati l’anno precedente: fra i prodotti in uscita, troviamo i netbook e la mediazione civile, così come esce la voce del diario ed agenda, intesa come agenda cartacea personale o diario scolastico, sempre meno usati. Fra gli altri ingressi nel paniere, segnaliamo le bevande energetiche ed il gas metano per auto. A proposito di inflazione, l’Istat ha proprio calcolato il dato dell’inflazione nel mese di gennaio: l’inflazione a gennaio 2013 si ferma al 2.2%, in flessione dello 0.1% rispetto al 2.3% di dicembre 2012. I prezzi al consumo salgono dello 0.2% su base mensile, favoriti da rincari piuttosto contenuti, come quello della benzina (+0.1% rispetto a dicembre).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*