Istat, le stime preliminari: inflazione ancora in crescita

L’Istituto nazionale di Statistica ha presentato le stime preliminari relative all’inflazione nel mese di giugno. Il sesto mese dell’anno ha mostrato un aumento dell’inflazione pari al +0.2%, rispetto al mese di maggio, mentre l’aumento è più importante per giugno 2011: infatti rispetto allo scorso anno, l’inflazione è aumentata del +3.3%. L’Istat ha calcolato inoltre come l’inflazione acquisita, sia salita a quota 2.8%. Il documento Istat prosegue con le stime sul tasso di crescita: aumenta dello 0.3% (rispetto a maggio) il differenziale inflazionistico fra beni e servizi. Cresce il costo del cosìdetto carrello della spesa: il costo del paniere, composto dai prodotti che vengono acquistati con maggiore frequenza dagli italiani, cresce del 4.4% su base annua. Il Codacons, a tal proposito, si è scagliato contro il rialzo dei prezzi della frutta fresca. “Ha dell’incredibile il rialzo dei prezzi della frutta fresca, che su base mensile spiccano il volo con un + 9,6%. Una speculazione bella e buona, considerato che a giugno ci sono molte meno primizie rispetto a maggio e, quindi, i prezzi avrebbero dovuto semmai scendere” si legge in una nota dell’associazione dei consumatori, che stima in 642 euro l’aumento della spesa annua di una famiglia tipo italiana, famiglia composta da 4 elementi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*