Istat, le vendite ancora in calo: -1,1%

supermercatoRapporto mensile dell’Istat sulle vendite in Italia: il commercio al dettaglio in Italia ha fatto segnare  l’undicesimo calo consecutivo, con una flessione del -1.1%. Ennesima flessione, segnale del persistere della crisi. Unico spiraglio positivo, è quello relativo al rapporto fra le vendite di maggio 2013 e quelle di aprile 2013: rispetto al precedente rilevamento, le vendite di maggio sono in aumento dello 0.1%. Un dato davvero basso ma che potrebbe lasciare un briciolo di speranza. Diminuiscono del -0.2% le vendite di prodotti non alimentari, inflessione del -1.8% su base annua, dunque in rapporto a maggio 2012. Al contrario, cresce la spesa per prodotti alimentari: +0.1% rispetto a maggio 2012 e +0.6% rispetto ad aprile 2013. Prendendo in esame il primo trimestre 2013, le vendite nel trimestre marzo-maggio 2013 sono in calo dello 0.5%. A livello di distribuzione, continua il trend già visto nei mesi scorsi: la piccola distribuzione è in forte flessione (-2.3%), a vantaggio della grande distribuzione, che aumenta del +0.3%. Per quello che riguarda i prodotti che vendono meno, sicuramente la flessione più importante riguarda Elettrodomestici, radio, tv e registratori, che perdono il -4,7%, così come importante è la flessione delle vendite di foto-ottica e pellicole, supporti magnetici, strumenti musicali, in calo del -3.7%.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*