Istat, nel 2011 il Pil è cresciuto dello 0.4%

L’Istat ha comunicato alcuni dati relativi all’intero anno 2011. L’Istituto nazionale di Statistica, ha evidenziato come nel 2011 ci sia stata una crescita del Pil pari allo 0.4%: un valore che va completamente ascritto alla domanda estera (+1.4%), mentre sono in calo la domanda nazionale, che scende dello -0.4%, in calo anche le scorte (-0.5%). I dati dell’Istat mostrano come a far crescere il Pil sia stato principalmente la domanda estera, dato che i consumi nazionali sono praticamente rimasti fermi, con una crescita dello 0.2%. Il raffronto col 2010 è davvero impietoso: nel 2010 infatti il Pil aveva raggiunto una crescita del +1.8%, una enormità in confronto al modesto +0.4% dell’anno appena trascorso. Non solo, le stime del Governo sono state disattese: infatti secondo le stime del Governo, il Pil avrebbe dovuto avere una crescita del +0.6%, crescita disattesa. Il confronto poi è ancora più impietoso se prendiamo in esame le principali economie europee e mondiali: l’Italia è inferiore a tutte le grandi potenze, ad eccezione del Giappone che ha un Pil in calo del -0.9%, ma per eventi straordinari. In Europa notiamo come il Pil sia in crescita dello 0.9% nel Regno Unito (dunque più del doppio dell’Italia), mentre i risultati mostrati da Francia e Germania sono molto positivi: in Francia il Pil ha mostrato una crescita del +1.7%, mentre addirittura in Germania è cresciuto del 3%. Risultato positivo anche per gli Stati Uniti, che hanno visto una crescita del Pil pari all’1.7%, come la Francia.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*