Istat, quasi 7 milioni di under 35 vivono con i genitori

giovaniAbbiamo più volte parlato del problema della disoccupazione giovanile in Italia. Oggi affrontiamo uno degli aspetti collaterali di questo problema. Secondo quanto elaborato dall’Istat nell’ultimo rapporto sulla coesione sociale, ci sono quasi sette milioni di under 35 che vivono in casa con almeno un genitore. Un dato che fa sicuramente riflettere: sono 6 milioni 964 mila i giovani tra i 18 e i 34 anni che vivono con almeno un genitore, il 61.2% degli under 35 non sposati. Il dato, spiegano dall’Istat, è relativo al 2012, ma è in crescita di due punti rispetto a quanto evidenziato nel 2011. Gli under 35 italiani dunque sono poco indipendenti, c’è chi li ha chiamati “bamboccioni“, ma è chiaro che andare via di casa senza un lavoro stabile e ben retribuito è molto difficile. La concentrazione maggiore di under 35 ancora in casa con i genitori, è al Sud Italia, dove si calcolano 2 milioni 36 mila ragazzi, tutti celibi o nubili. Per evitare questa situazione, sono in molti a voler tentare nuove strade lavorative: lo studio di Sanpellegrino Campus, infatti spiega come i giovani siano dispositi a lavorare in ambiti differenti da ciò che hanno studiato. Certo, si tratterebbe un po’ di una ultima spiaggia, ma i giovani italiani hanno voglia di indipendenza. E così si reinventano commercianti (32%), assistenti socio-sanitari (16%), promoter (16%), artigiano (15%), barman (13%),cuoco (12%), idraulico (6%) ed infine agricoltore (2%).

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*