Istat, si aggrava la recessione italiana

IstatL’Istat, l’Istituto di Statistica nazionale, ha pubblicato una revisione sulle stime relative alla recessione in Italia. Purtroppo si aggrava la situazione italiana: infatti l’economia italiana, nel periodo compreso fra gennaio e marzo di quest’anno, ha subito un calo dello 0.6% rispetto al precedente trimestre. Le stime di inizio anno parlavano di un possibile calo dello 0.5%, dunque c’è stato un peggioramento rispetto alle prime previsioni. Prendendo in esame anche il dato annuale, il primo trimestre del 2013 ha mostrato un calo del -2.4%, contro le previsioni che davano un calo del -2.3%. Si aggrava dunque la recessione italiana, considerando anche l’ennesimo calo consecutivo della produzione industriale: l’Istat infatti annuncia che la produzione industriale in Italia è costante ribasso da 20 mesi. Male anche la spesa: nel primo trimestre 2013  i consumi sono in netto calo. Come mostrano i dati Istat, le famiglie italiane hanno ridotto le spese: -0.5% rispetto al trimestre precedente, mentre la flessione è addirittura del -3.4% rispetto al primo trimestre 2012. Scendendo nel dettaglio, si nota come l’acquisto dei beni durevoli sia calato del -6.7%, mentre flessione più contenuta per l’acquisto dei beni non durevoli (-4%); in flessione, seppur più leggera, anche le spese per i servizi, -1.7%.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*