Istat, stime sulla disoccupazione: a febbario cresce dell’1.2%

L’Istituto nazionale di Statistica presenta le prime stime sulla disoccupazione in Italia, nel mese di febbraio. Il tasso di disoccupazione è salito al 9.3%, crescendo dello 0.2% rispetto al mese precedente, gennaio 2012, mentre l’aumento su base annua è più consistente, 1.2%. Come detto, si tratta di stime, dunque previsioni e non dati ufficiali, ma sappiamo bene come le stime dell’Istat siano sempre molto accurate, dunque la differenza con i dati reali potrebbe essere nulla o molto sottile. Sicuramente i primi due mesi del 2012 hanno mostrato un quadro occupazione preoccupante, c’è bisogno di una inversione di tendenza: infatti il tasso di disoccupazione del 9.3% è il più alto dal 1992. Continua ad aumentare il numero dei giovani disoccupati: il tasso di disoccupazione giovanile, ossia per la fascia d’eta 15-24 anni, sale al 31.9%, con un aumento del +0.9% rispetto al mese di gennaio 2012, mentre su base annua l’aumento è del 4.1%. Altra categoria in crisi è quella femminile: a febbraio c’è stata una contrazione delle donne occupate, con una flessione di 44mila unità. Ma la categoria ancora più in crisi è quella delle giovani donne del Sud: infatti nel Mezzogiorno, una donna su due è disoccupata, nella fascia fra 15 e 24 anni

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*