Italia, a giugno calo delle vendite al dettaglio

supermarketNuovo report dell’Istat, questa volta riguarda le vendite al dettaglio. E’ un altro report negativo, che dimostra il calo delle vendite al dettaglio: a giugno, gli italiani hanno limitato le proprie spese. Infatti l’indice delle vendite al dettaglio ha mostrato una contrazione del -0.2% rispetto al mese precedente, dunque maggio 2013. La flessione è ben più importante, se si prende in esame il periodo giugno 2012-giugno 2013: rispetto a dodici mesi fa, le vendite al dettaglio sono infatti calate del -3%. E’ la dodicesima flessione tendenziale consecutiva, un primato sicuramente che non farà piacere al Governo italiano.  Nonostante il cauto ottimismo per i dati del mese di maggio, +0.1% su aprile 2013, il mese di giugno ha riportato una ventata di pessimismo. I dati sono piuttosto chiari: a trainare le vendite al dettaglio verso il basso non c’è una categoria in particolare. Infatti, rispetto a dodici mesi fa, le vendite di prodotti alimentari sono scese del -2.9%, quelle dei prodotti non alimentari sono invece calate del -3.1%. “Nei mesi precedenti alcuni indicatori ci avevano spinto all’ottimismo. Le vendite di maggio erano cresciute rispetto ad aprile, il saldo sulla nascita di nuove attività commerciali era tornato positivo. I dati odierni sono stati una doccia fredda perché dimostrano che l’uscita dalla crisi non è così a portata di mano considerando anche i rischi derivanti dallo scenario internazionale” chiarisce Mauro Bussoni, segretario generale della Confesercenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*