Josè Manuel Barroso: “La richiesta della Gran Bretagna ha reso il compromesso impossibile”

L’intesa raggiunta a Bruxelles la scorsa settimana non è abbastanza: secondo Josè Manuel Barroso, presidente della Commissione europea, il problema dell’Unione Europea non è solo quello dei conti pubblici, ma è un problema che riguarda anche il settore finanziario: serve rilanciare la crescita e l’occupazione dell’Ue. Dunque secondo Barroso, l’intesa raggiunta è buona nella sostanza ma non nella forma: c’è da fare ancora molto migliorare le condizioni finanziarie dell’Unione Europea. “L’accordo raggiunto la settimana scorsa è impressionante sul merito delle questioni. Purtroppo non possiamo dire lo stesso sulla forma. Le discussioni sono continuate fino alle 5 del mattino. Io personalmente mi sono adoperato perché il Patto di bilancio rientrasse nei Trattati attuali, ma come è noto uno dei 27 si opponeva alla revisione dei Trattati”. La conclusione del suo discorso è infatti dedicata alla Gran Bretagna, l’unico paese che ha rinunciato alla firma dell’accordo di Bruxelles, restando di fatto fuori dalle politiche economiche europee. Un mancato accordo che ha creato diversi problemi per il raggiungimento finale dell’accordo. “La Gran Bretagna, in cambio del suo accordo, chiedeva un protocollo specifico sui servizi finanziari che, così come presentato, rappresentava un rischio per l’integritá del mercato interno. Questo ha reso il compromesso impossibile”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*