Juncker al Parlamento Ue: “Disoccupazione? E’ una situazione drammatica”

junker

Non usa mezzi termini o giri di parole il presidente dell’Eurogruppo, Jean Claude Juncker, per descrivere la situazione della disoccupazione nell’Unione Europea. In un intervento al Parlamento dell’Unione Europea, Juncker è stato piuttosto duro, senza giri di parole ha affermato che i dati sulla disoccupazione nell’Ue sono drammatici. “La situazione della disoccupazione è drammatica, avevamo detto che l’euro avrebbe riequilibrato la società e invece la disoccupazione aumenta” spiega il presidente dell’Eurogruppo, che poi prosegue nella sua dura analisi. “Nell’area euro supera l’11%, e non ce lo possiamo permettere. E’ una tragedia che stiamo sottovalutando. Dobbiamo relizzare politiche più attive per il mercato del lavoro”. Una situazione da non sottovalutare: a preoccupare maggiormente, ma non potrebbe essere altrimenti, sono i dati di alcuni paesi, in particolare sulla disoccupazione giovanile, vero e proprio cruccio europeo. Juncker ha voluto tenere i piedi per terra, spiegando che il 2013 si è aperto in maniera positiva rispetto al 2012, ma il peggio non è passato. “I tempi che viviamo sono difficili, non dobbiamo dare all’opinione pubblica l’impressione che il peggio sia alle nostre spalle perché ci sono ancora cose da fare molto difficili. Il 2013 è iniziato in una situazione nettamente migliore rispetto all’anno scorso, il 2012 è stato un anno di risultati positivi per la zona euro” conclude Juncker. Il presidente dell’Eurogruppo ha tenuto a sottolineare come sia importante seguire la road map tracciata da lui stesso, da Mario Draghi (presidente della Banca Centrale Europea), da Herman Van Rompuy (presidente del Consiglio europeo) e José Manuel Barroso (numero uno della Commissione Ue).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*