Juncker: “Nuovo governo Grecia dovrà rispettare impegni con Ue”

tsiprasIl 25 gennaio sarà un giorno sicuramente strategico per il futuro politico della Grecia: nella nazione ellenica si terranno infatti le elezioni legislative anticipate, che dovranno determinare il nuovo governo che guiderà la Grecia. Una data molto importante, come sostenuto anche dal presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, che ha tenuto a sottolineare come la nuova governance greca dovrà comunque mantenere gli impegni già presi con l’Europa da parte dei precedenti governi greci. “Il governo che uscirà dalle urne greche dovrà rispettare gli impegni presi da Atene e proseguire nelle riforme e nella responsabilità finanziaria. L’Europa sosterrà la Grecia, ma l’Europa attende dalla Grecia che rispetti gli impegni assunti coi partner” ha dichiarato Juncker. Stesso pensiero poi espresso anche da un altro personaggio chiave nelle politiche economiche mondiali, Christine Lagarde, presidente del Fondo Monetario Internazionale. Anzi, la Lagarde è stata ancora più categorica, minacciando di fatto la Grecia in caso il nuovo governo greco dovesse decidere autonomamente di cambiare le carte in tavola in merito al pagamento del debito. Intanto in Grecia è tempo di sondaggi: il partito Syriza, guidato da Alexis Tsipras, si attesta al al 34.7%, contro il 30.2% del partito conservatore Nuova Democrazia, più staccati gli altri concorrenti: To Potami, partito di centro, è al 7%, mentre Alba Dorata, il partito di estrema destra,  è al 6.2%, chiudono i socialisti del partito Pasok col 4.7%.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*