Kraft/Cadbury: è nato il gigante dell’industria dolciaria

È andata finalmente in porto una trattativa molto lunga e sofferta. Dopo cinque mesi di colpi di scena ecco approvata dagli azionisti di Cadbury la vendita all’americana Kraft, che si è assicurata il 72% della società britannica. Gli azionisti del colosso inglese della cioccolata hanno accettato 500 pence e 0,1874 azioni Kraft per ogni azione detenuta in Cadbury. Nasce così la più grande azienda dolciaria del mondo, che potrà contare su un giro d’affari di 50 miliardi di dollari distribuiti in più di 150 paesi.

[ad]

Irene Rosenfeld, l’amministratore delegato di Kraft, vuole assolutamente chiudere l’operazione in maniera definitiva. La scalata a Cadbury ha un valore di 19,5 miliardi di dollari (circa 13,9 miliardi di euro). Dunque Kraft diventa il socio di maggioranza di Cadbury, anche se sarà necessario detenere il 75% della azioni, per depennare l’industria britannica dalla quotazione alla Borsa Inglese.

Il presidente di Cadbury, Roger Carr e il resto del consiglio si dimetteranno dopo la diffusione dei dati sui risultati 2009. Intanto la Rosenfeld ha fatto sapere che il nuovo gigante avrà un enorme potenziale di crescita nel settore snack, dolciumi e cibi preconfezionati. Da elogiare la battaglia di Kraft, che ha dovuto confrontarsi con altre realtà dolciarie molto importanti, come l’Hershey, la Ferrero e la Nestlè, che avevano studiato controfferte molto competitive.

Giuseppe Raso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*