L’Enac multa Ryanair

Tegola sulla compagnia irlandese Ryanair. L’Enac, l’Ente Nazionale per l’aviazione civile, ha usato infatti la mano pesante nei confronti del colosso dei cieli, accusato di non aver assistito i passeggeri durante il blocco dello spazio aereo dovuto alla nube vulcanica che ha paralizzato il traffico europeo. La multa sarà di circa 3 milioni di euro. Nello specifico Ryanair non avrebbe fornito l’assistenza base, tipo pasti, bevande e pernottamento, ai viaggiatori rimasti a terra.

I disagi del traffico aereo si erano verificati nei giorni compresi fra sabato 17 e giovedì 22 aprile, in tali giorni furono cancellati centinaia di voli e migliaia di passeggeri rimasero bloccati. Da una nota dell’Enac, si evince che Ryanair non ha prestato assistenza ai passeggeri rimasti a terra nello scalo di Ciampino, in tal caso furono Enac, Protezione Civile e Adr a fornire l’aiuto necessario ai viaggiatori. È da ricordare che l’assistenza ai passeggeri, in casi eccezionali, è prevista dall’articolo 9 del Regolamento (CE) n. 261/2004.

È stato calcolato che ora Ryanair dovrà sborsare circa 18.864 euro per ogni viaggiatore rimasto a terra. Pagar loro la dovuta assistenza sarebbe costato molto di meno. In ogni caso L’Enac ha voluto riferire che nonostante l’eccezionalità delle circostanze, le altre compagnieaeree hanno fatto il loro dovere ed hanno prestato assistenza, dando un enorme contributo all’attenuazione dei disagi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*