La Fiat vuole un mega risarcimento da AnnoZero: 20 milioni di euro

Non era piaciuta alla Fiat la puntata della trasmissione Annozero di Michele Santoro, andata in onda il 2 dicembre su Rai 2. Tante le polemiche che aveva suscitato la prova della Alfa Romeo MiTo: nel filmato andato in onda, si mostrava come i valori della vettura della Fiat, erano ben al di sotto di quelli dichiarati, dunque con un danno ai consumatori. Secondo la Fiat, Annozero avrebbe “illustrato le prestazioni di tre autovetture, fra cui una Alfa Romeo MiTo, impegnate in un test apparentemente eseguito nella stagione autunnale, per concludere, sulla sola base dei dati relativi alla velocità, che i risultati di questa “prova” avrebbero dimostrato una asserita inferiorità tecnica complessiva dell’Alfa Romeo MiTo”. Secondo la Fiat, la ripresa televisiva però mostrava una prova diversa, ed è stata comparata a vetture diverse rispetto a quelle mostrate in Quattroruote. La Fiat intende intraprendere un’azione di risarcimento danni, con un maxi risarcimento: 20 milioni di euro è la cifra per aver assistito ad una “condotta tanto ingiustificata quanto lesiva della verità”. Il risarcimento – fanno sapere dalla Fiat – però sarà interamente devoluto in beneficenza. Da parte sua, Michele Santoro, ossia il presentatore di Annozero, ha spiegato che quando arriverà la richiesta di risarcimento verrà valutata insieme dalla redazione del programma e che decideranno come difendersi nelle sedi opportune.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*