La storica Bialetti chiude lo stabilimento piemontese e va all’estero

Chiude definitivamente la fabbrica dove fu fondata nel lontano 1919 la famosissima ed italianissima Bialetti, per anni gloriosa produttrice di caffettiere. Dunque verranno messi in mobilità più di 120 dipendenti dello stabilimento piemontese di Omegna, e si vocifera la possibilità di un trasferimento della produzione in un paese estero.

L’omino con i baffi è noto a tutti, un logo che oggi si ricorda soprattutto per Carosello, e che secondo studi recenti lo vedono presente nel 90% delle case italiane. Un marchio che non ha rivali. Ma Bialetti industrie non è solo caffettiere, è infatti da molto tempo impegnata in altri settori produttivi con altri marchi meno famosi nella produzione di piccoli elettrodomestici. Inoltre la società è quotata sul Mta di Borsa Italiana, e vanta oltre 1.000 collaboratori, producendo e commercializzando in più di 90 paesi.

L’azienda, in un suo comunicato diffuso nel capoluogo piemontese, ha voluto informare di essere “disponibile da subito ad aprire un tavolo con le organizzazioni sindacali per identificare il miglior percorso e le migliori soluzioni in termini di ammortizzatori sociali e piani di formazione, riqualificazione/ricollocamento. La decisione di chiusura fa seguito ad altri interventi di riorganizzazione della struttura industriale del Gruppo Bialetti, già realizzati nel 2009″.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*