Lavoro, disoccupazione al 12.5%: è nuovo record

A line of jobseekers outside Monster.com job fair in Los AngelesNon accenna a diminuire la crisi dell’occupazione in Italia. L’Istat ha infatti pubblicato i dati relativi al tasso di disoccupazione nel mese di settembre, per il nostro Paese non ci sono dati positivi. Infatti il tasso di disoccupazione è cresciuto su base mensile del +0.1%: sostanzialmente l’incremento è stato basso, ma tanto è bastato per raggiungere il nuovo tasso di disoccupazione record del 12.5%. Come spiegano dall’Istat, è il tasso di disoccupazione più alto dal 2004, anno in cui cominciarono le serie mensili, e perfino dal 1997, annata in cui cominciarono le serie trimestrali. La crescita del tasso di disoccupazione è più accentuata su livello annuale: infatti in dodici mesi, il numero dei disoccupati è cresciuto del +1.6%. Altro discorso per i più giovani: qui i dati sono decisamente più alti e più preoccupanti. Infatti a settembre il tasso di disoccupazione giovanile è volato al 40.4%, con un aumento dello 0.2% rispetto al mese di settembre, ma con una crescita addirittura del +4.4% su settembre 2012. Anche per questo dato, occorre ricordare come si tratti del valore più alto dall’inizio delle serie mensili e delle trimestrali. Proprio sulla disoccupazione giovanile, è intervenuto il premier Enrico Letta. “I 14mila giovani che in queste settimane hanno trovato un lavoro grazie al nostro Bonus sono il vero stimolo ad andare avanti. Le difficolta’ emersa dai dati relativi ai mesi precedenti all’avvio del Bonus confermano un disagio diffuso e preoccupante e rafforzano la convinzione che questa debba essere la priorita’ del governo e dell’intero Paese”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*