Lavoro, ministro Poletti: “Tutti devono avere un’occupazione”

polettiIl Governo Renzi si è messo subito al lavoro per risolvere uno dei problemi più importanti del nostro Paese: la disoccupazione. Una questione mai risolta, che ogni anno diventa sempre più grave, in particolare per quanto riguarda la disoccupazione giovanile, vero e proprio tallone d’Achille del nostro Paese. Il primo passo è la creazione di un disegno di legge per la delega al governo per riformare il lavoro: senza questo passo, sarà impossibile portare cambiamenti immediati e vantaggiosi. Una riforma che andrà però a smantellare quanto fatto dal governo Monti ed in particolare dal ministro Fornero. Per il Jobs Act tanto discusso da Renzi, c’è tempo: il premier non vuole correre, ci sarà un normale iter con i lpassaggio parlamentare. Verranno cambiati gli ammortizzatori sociali, con l’introduzione dell’assegno di disoccupazione, il reddito minimo ed una maggiore tutela per le donne in maternità: questi sono provvedimenti che verranno approvati nel corso delle prossime settimane. Ma il premier ha già proposto alcuni correttivi che verranno approvati nel giro di poche ore: un decreto legge regolamenterà in maniera diversa la gestione dei contratti a tempo determinato. Infatti adesso i dipendenti con contratto determinato non potranno superare il 20% dei dipendenti totali dell’azienda, inoltre il contratto a tempo determinato viene “allungato”, dunque con un durata massima di tre anni. “Nessun cittadino deve rimanere a casa. Tutti devono avere un’occupazione. Vogliamo costruire un modello per il quale chi riceve dei sussidi dallo Stato possa aiutare in qualche modo la collettività” spiega  il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*