Lavoro, sempre meno imprenditori: dal 2004 calo del -42.4%

L’Istat ha elaborato una ricerca molto interessante, che evidenzia il cambiamento nel mondo del lavoro, dal 2004 ad oggi. Infatti a causa della crisi, stiamo assistendo alla scomparsa di una figura fondamentale nel mondo del lavoro, ossia l’imprenditore. L’Istat evidenzia come dal 2004 al 2011, il numero degli imprenditori si sia quasi dimezzato: dai 402 mila imprenditori del 2004, lo scorso anno si è concluso con 232 mila imprenditori. Un calo pazzesco, pari al -42.4%. Uno dei fattori che ha fatto calare questo numero, è l’impossibilità dello spostamento di classe sociale: “sono molto rari gli spostamenti tra classi sociali se distanti. Solo l’8,5% di chi ha un padre operaio riesce ad accedere a professioni apicali, quali dirigente, imprenditore o libero professionista” si legge sulla nota Istat. In ogni caso, analizzando meglio i dati, si scopre come la crisi economica degli ultimi anni, abbia influito su queste cifre: infattiil calo degli imprenditori, dal 2004 al 2008 è stato piuttosto contenuto, mentre dal 2008 al 2011 il calo degli imprenditori è stato pari al 18.6%, addirittura il ribasso negli ultimi dodici mesi è stato pari al 9.8%. Dati che evidenziano ancora una volta come sia sempre più difficile investire in Italia, una vera e propria emorragia degli investimenti che ovviamente si ripercuote sul mondo del lavoro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*