Legge di Stabilità, l’UE promuove l’Italia

renziIl verdetto ufficiale arriverà solo domani, ma la riunione dei capi di gabinetto della Commissione Europea ha promosso la legge di stabilità. Una notizia molto positiva per l’Italia che dunque non subirà l’avvio di una procedura. Da Bruxelles fanno sapere che l’Italia deve proseguire la strada delle riforme necessarie, in attesa di marzo 2015, quando la Commissione Ue sottoporrà l’Italia ad un nuovo esame, così come saranno esaminate anche Belgio e Francia. “Ci aspettiamo una valutazione d’insieme” aveva dichiarato prima della riunione il sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi. Secondo indiscrezioni, a dare il disco verde all’Italia ha contribuito anche l’accordo fra Juncker e Renzi, accordo raggiunto pochi giorni fa in Australia, in occasione del G20. Renzi si impegnava sulle nuove riforme del governo italiano, un impegno preso molto positivamente dalla Commissione Europea. La riunione dei capi di gabinetto della Commissione Europea ha anche appoggiato l’idae italiana dei contributi nazionali destinati al Fondo investimenti, che saranno volontari ed esclusi dal calcolo del deficit. Intanto la manovra italiana è al vaglio del Parlamento: già martedì riprenderà la fase di votazione in commissione, in modo che il testo possa arrivare nel più breve tempo possibile in Aula (probabilmente giovedì). L’obiettivo del governo Renzi è quello di rispettare la tabella di marcia prefissata, anche perchè con l’occhio vigile della Ue puntato sull’Italia, non è possibile perdere ulteriore tempo.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*