L’Estonia entra nell’Euro: è il 17esimo paese

L’Estonia, con la fine del 2010, oltre ad aver salutato l’anno vecchio, ha abbandonato la Corona, la moneta del paese estone, introdotta nel 1992. Dal primo gennaio 2011 infatti, nel paese baltico è in vigore l’Euro, la moneta unica europea: si tratta del 17esimo paese che entra a far parte dell’Euro. E l’ingresso dell’Estonia permette un nuovo record: infatti si tratta del primo paese ex Urss ad entrare nella moneta unica, mentre è il terzo fra i paesi ex comunisti dopo Slovenia e Slovacchia. Dunque adesso l’Euro è utilizzato in ben 17 paesi, con una diffusione che raggiunge e supera i 330 milioni di europei. Soddisfatta la Banca Centrale Europea, che ha rilasciato una nota per ratificare l’ingresso dell’Estonia nell’Euro. “La Bce accoglie favorevolmente questo ulteriore allargamento dell’area euro. In seguito all’adozione dell’euro da parte dell’Estonia, la Eesti Pank, la banca nazionale del Paese, diventa membro dell’Eurosistema, il sistema delle banche centrali dell’Eurozona, che comprende la Bce e da oggi 17 banche centrali nazionali dei paesi membri dell’Ue”. Molto contenti gli estoni: il premier del paese baltico, Andus Ansip ha commentato positivamente l’ingresso nella Euro Zona. “È un piccolo passo per Eurolandia, un grande passo per l’Estonia. Siamo fieri di essere in Eurolandia”. Per raggiungere la valutazione di un Euro, serviranno 15.6466 corone.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*