L’Italia all’Expo di Shanghai

Nonostante la crisi, molti imprenditori si sono mossi verso la Cina per presenziare l’Expo di Shangai, grande occasione per proporre le “firme” italiane sul mercato orientale. Il padiglione italiano rappresenta al meglio l’Italia in tutte le sue forme: è questo il pensiero di Emma Marcegaglia e John Elkann, in visita negli scorsi giorni a Shangai. “Ho trovato straordinario il padiglione Italiano ed è molto rappresentativo delle bellezze italiane, del design, della qualità della vita, ma anche della tecnologia e della capacità di fare”, ha spiegato Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria. “Il padiglione Italiano è fantastico, rappresentativo della grande ricchezza che il nostro paese ha, è una straordinaria vetrina per mostrare l’Italia in Cina”, ha dichiarato John Elkann. Cosa c’è nel padiglione italiano? Ci sono più di 600 imprenditori, 230 aziende, 18 associazioni di categoria, 9 banche. Per la terza volta, Confindustria, Abi, Ice, e Governo, visitano l’Expo di Shangai, dopo le visite del 2004 e del 2006. Il risultato è sempre positivo: i numeri infatti sono sempre in aumento rispetto al passato e dimostrano l’interesse delle imprese verso questo grande mercato. Come spiega Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, “nel 2009, anno della grande crisi, la Cina comunque è cresciuta dell’8,6%. Per il 2010 è previsto un aumento del Pil del 9%”. Dati molto importanti questi. Il vice-ministro allo Sviluppo, Adolfo Urso, ha parlato del divario Nord-Sud.”Se la crescita del Pil è trainata dall’export e in particolare da quello nei paesi emergenti, aumenterà ancora di più i divario tra Nord e Sud, che nei due anni di crisi si è allargato perché il Pil si è ridotto dello 0,5% in più nel Mezzogiorno. Occorrono anche più investimenti e un utilizzo migliore dei fondi Fas: un intervento per la crescita mirato al Mezzogiorno” conclude Urso, uno dei rappresentanti del Governo in Cina.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*