LiteCoin: continua la discesa

Ancora una giornata al ribasso per il prezzo LiteCoin che si muove in perdita, subendo diverse oscillazioni. Attualmente, la coppia LTC/USD si aggira attorno ai 198 dollari, facendo registrare un calo di oltre il 5%. Su base settimanale, l’asset si mostra molto lontano dal picco di 249 dollari registrato il 20 febbraio. Dopo l’entusiasmo per l’aggiornamento LitePay, ha prevalso un sentiment negativo generalizzato, nei confronti di tutte le criptovalute. Per LTC, tuttavia, potrebbe aver inciso anche il lancio della forchetta LiteCoin Cash, sulla quale sono piovute una pioggia di critiche.

LiteCoin: la forchetta LiteCoin Cash parte male

Trattandosi di un progetto totalmente distaccato dalla piattaforma originaria, LiteCoin Cash non avrebbe dovuto incidere sul prezzo LTC. Ma, per un motivo o per un altro, sembra averlo fatto.

La nuova criptovaluta è stata lanciata nel fine settimana, senza troppi intoppo tecnici. Tuttavia, al momento del debutto sul mercato, gli investitori si sono mostrati piuttosto scettici.

Attualmente, la forchetta viene scambiata per soli 5 dollari, con un volume di mercato pari a poco più di 1 milione.

Traendo alcune conclusioni, è possibile affermare che il nome del progetto sia diventato uno svantaggio piuttosto che un vantaggio. Soprattutto perché Charlie Lee, creatore di LTC, si è mostrato come il più scettico in assoluto nei confronti della fork.

D’altro canto, gli sviluppatori della forcella hanno praticamente ammesso che il nome LiteCoin Cash sia stato pensato solo come trovata pubblicitaria. In più, l’utilizzo della formula contante richiama un po’ al Bitcoin. E ciò ha fatto storcere il naso a molti potenziali interessati.

Lee non ha mancato di accusare il team emergente della fork di voler trarre profitto dalla confusione del mercato. E pochi, nel settore, sembrano non essere d’accordo con lui.

Nonostante la performance odierna, tuttavia, LiteCoin rimane la quinta criptovaluta più importante a livello mondiale. Con ottime probabilità di salire sul podio nei prossimi mesi. Vale la pena tenere d’occhio l’asset, perché nel lungo termine sono previste opportunità importanti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*