Manovra, da ieri sono attive le nuove norme: ecco le nuove tariffe sanitarie

Con la pubblicazione di sabato, nella Gazzetta Ufficiale, prendono il via le nuove norme emanate all’interno della manovra economica approvata venerdì alla Camera. A partire da ieri, domenica 17 luglio, dunque sono valide tutti i provvedimenti studiati dal ministro del’economia, Giulio Tremonti. Fra i tanti provvedimenti approvati, sicuramente i più importanti riguardando l’aumento sul bollo di deposito dei titoli, così come l’aumento della base imponibile sulle stock option, aumenta anche l’Irap sulle concessionarie dello Stato e per finire, rincaro per il bollo delle auto con cilindrata superiore ai 225 kw. Quello che farà sicuramente più discutere è il provvedimento in ambito sanitario, che prevede un ticket di 10 euro sulle ricette per le prestazioni di specialistica ambulatoriale e di 25 euro per i codici bianchi in pronto soccorso. Un punto che ha fatto molto discutere, ma che secondo la manovra studiata da Tremonti, coprirà le spese del servizio sanitario per 105 milioni di euro. Inizialmente la copertura delle spese del Servizio sanitario nazionale era prevista per un totale di 486,5 milioni di euro, scesa a 105 milioni di euro nella manovra finale: questi soldi verranno proprio ricavati dall’applicazione dei ticket sulla specialistica e sui codici bianchi in pronto soccorso. A completare il quadro della manovra, ad agosto, ci sarà la stretta sulle pensioni d’oro, mentre dal 2013 (se non ci sarà prima una riforma fiscale) arriverà il taglio dei bonus fiscali.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*