Marcegaglia: “Il Governo pensi alle riforme. Porta aperta per la Fiom”

Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, ha inaugurato ieri un nuovo stabilimento della Diesel, a Breganze, in provincia di Vicenza. E’ stata l’occasione per discutere su molti argomenti, chiaramente un occhio di riguardo alla querelle politica che per adesso blocca la crescita dell’Italia, secondo la Marcegaglia. “Mettere al centro la crescita e le riforme quelle serie, che servono al Paese: fisco, burocrazia, per trovare le risorse da utilizzare negli investimenti e creare occupazione. Basta liti, basta occuparsi di beghe interne, che non aiutano. Bisogna concentrarsi sulla crescita, il problema numero uno del Paese. C’è un’Italia bella, sana, è quella che si sacrifica di più, lavora e produce, fatta da imprenditori che creano occupazione e benessere. Diamo forza e visibilità a questi imprenditori. Il nostro richiamo come Confindustria è continuo: il tema numero uno è la crescita, basta occuparsi d’altro”.
La presidente di Confindustria ha poi parlato dell’accordo fra Federmeccanica e sindacati, che spera possa essere trovato al più presto: al tavolo però non c’era la Fiom. “La nostra porta è sempre aperta per la Cgil e per la Fiom. Gli industriali sono pronti a fare il possibile perchè ci sia il maggior accordo tra sindacati e lavoratori. Ma non si può bloccare la modernizzazione del Paese, non possiamo fermarci, siamo in una fase economica in cui non possiamo guardare al passato, alle ideologie. La concorrenza è internazionale e conquistare nuovi mercati è sempre più difficile. Abbiamo bisogno di rendere competitive grandi, medie e piccole aziende, quindi siamo aperti al dialogo, ma non possiamo rimanere bloccati dalle ideologie”.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*