Marcegaglia: “Non c’è più tempo: serve una politica economica diversa”

Continuano gli appelli da parte degli industriali italiani alla politica del nostro paese: serve una nuova politica economica, che sia diversa dall’attuale. L’ultimo “grido” arriva dal presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, in occasione della presentazione ufficiale alla stampa del “Progetto delle imprese per l’Italia“. Si tratta di un piano – annunciato nelle scorse settimane dalla stessa Marcegaglia – messo a punto in questi giorni, contiene cinque punti fondamentali che possono dare nuovi impulsi all’economia italiana. E’ una sorta di manifesto delle imprese per salvare l’Italia – spiega la Marcegaglia in conferenza stampa – e come già detto, si riassume in cinque punti:
– riforma fiscale per abbassare le tasse su lavoratori e imprese,
– infrastrutture,
– privatizzazioni,
– liberalizzazioni,
– pensioni.
Questi i temi che affronta il “Progetto delle imprese per l’Italia”. “Se le nostre proposte non andranno avanti Confindustria valuterà se non stare più ai tavoli” dichiara la Marcegaglia. Possiamo definire questo progetto come segnale della volontà delle imprese italiane di dettare una strada alla politica per uscire dalla crisi. Il documento affronta infatti temi molto importanti, le proposte raccolte in questo progetto sono appoggiate anche dal presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari, da Ivan Malavasi, numero uno di Rete Imprese Italia, dall’alleanza Cooperative Italiane guidata da Luigi Marino e dall’Ania di Fabio Cerchiai, tutti personaggi di spicco delle sfere affrontate dal progetto di Confindustria.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*