Marchionne esalta la Chrysler: “L’azienda è rinata”

Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat e Chrysler, ha commentato in maniera entusiasta l’andamento del 2010 per l’azienda automobilistica americana. La Chrysler ha avuto un 2010 oltre le aspettative. “Abbiamo mantenuto la promessa di lanciare 16 nuovi veicoli negli ultimi 12 mesi – esordisce Marchionne -. Questi veicoli sono la testimonianza della rinascita di Chrysler. Dati i positivi commenti ricevuti, possiamo dire che quanto conseguito da Chrysler lo scorso anno, sia sul fronte dei prodotti – prosegue l’a.d. Fiat e Chrysler – sia su quello finanziario, hanno superato le attese. Il nostro lavoro non è finito, abbiamo ancora molto da fare per adempiere agli obiettivi del piano quinquennale”. Ricordiamo che la Fiat controlla attualmente il 25% del capitale di Chrysler, ma nei prossimi mesi questa quota potrebbe addirittura crescere. La presenza di Marchionne ha rilanciato notevolmente l’azienda americana, tanto da aumentare le vendite sia nel mercato interno, che in quello esterno agli Stati Uniti.
Passando ai dati ufficiali, l’azienda americana comunica di aver venduto 347.000 unità nel quarto trimestre: il dato però risulta in calo del 7% rispetto alle 401.000 unità del terzo trimestre. Il 2011 potrebbe essere un anno notevolmente positivo: infatti le stime della Chrysler parlano di un possibile utile netto fra 0.2 e 0.5 miliardi di dollari, mentre i ricavi saranno superiori ai 55 miliardi di dollari, con un cash flow che andrà in positivo di un miliardo di dollari.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*