Mario Draghi: “Il programma di acquisto bond ha funzionato”

Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea, è intervenuto a Francoforte, in occasione del congresso delle banche europee. E’ stata l’occasione per fare un po’ il punto della situazione economica dell’Europa ed in particolare, Draghi ha tenuto a rivendicare il grande impegno della Bce. L’anno che si sta per concludersi infatti è stato probabilmente fra i più difficili: fra riforme, scudo anti spread e l’annoso tema dell’unione bancaria, la Bce ha avuto tantissimo lavoro. Lavoro comunque fruttuoso, come ci tiene a spiecificare Draghi. “Siamo riusciti a calmare le tensioni immediate di un credit crunch con gravi conseguenze, e il programma di acquisto bond ha funzionato come credibile freno contro scenari disastrosi” spiega Draghi, che poi parla degli impegni futuri della Banca Centrale Europea. La Bce è pronta ad intervenire con lo scudo antispread: questa misura verrà presa solo in caso di richiesta da parte del governo della nazione coinvolta. I Paesi dell’Euro zona, spiega Draghi, dovranno proseguire la strada delle riforme, perchè si tratta del passo più importante per la risalita dalla crisi. Il presidente della Banca Centrale Europea ha poi concluso il proprio intervento parlando dell’unione bancaria: su questo tema, Draghi è stato piuttosto categorico, spiegando che uno dei pilastri fondamentali è senza dubbio il sistema di sorvegliana unica sulle banche europee.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*