Mario Draghi: “La ripresa nell’Eurozona resta fragile”

mario draghiIntervenuto al Parlamento Europeo, il numero uno della Banca Centrale, Mario Draghi, ha parlato della ripresa economica dell’Europa. Secondo il governatore della Bce, la ripresa resta ancora abbastanza fragile, per questo motivo ha ribadito che potrebbero esserci dei rischi. La Banca centrale vigilerà per evitare questi rischi e per mantenere la stabilità: questo il concetto espresso da Draghi. La Bce inoltre, spiega lo stesso governatore, non cambierà indirizzo: i tassi resteranno a questi livelli bassi per un po’ di tempo, così come resterà intatta la politica monetaria della Bce. “La ripresa resta fragile e su di essa incombono rischi al ribasso: la disoccupazione rimane alta e la produzione si riprenderà a un ritmo lento” spiega Draghi.  Ma il numero uno della Banca Centrale è tornato a chiedere con forza l’unità bancaria. “Chiedo caldamente di organizzare un forte meccanismo di risoluzione bancaria: un sistema unico, un’autorità unica e un fondo unico” ha dichiarato Draghi. Il suo obiettivo è dunque proprio quello dell’unione bancaria, una soluzione che potrebbe aiutare l’economia europea. Fra le dichiarazioni più interessanti del governatore della Bce, Draghi ha segnalato come sia impossibile uscire dall’euro: l’euro è irreversibile, è impensabile uscire dalla moneta unica.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*