Mario Draghi: “Ripresa a rilento, colpa della disoccupazione”

mario_draghiE’ stato pubblicato nelle scorse ore il consueto rapporto annuale dell’Eurotower: Mario Draghi, il presidente della Banca Centrale Europea, ha commentato la situazione economica dell’Unione Europea. Secondo Draghi l’Europa sta uscendo dalla recessione, ma deve fare i conti con una ripresa molto difficoltosa, a causa dell’elevato tasso di disoccupazione: questa la sintesi estrema del pensiero di Draghi.  “L’Eurozona è emersa dalla recessione sostenuta dall’orientamento accomodante della politica monetaria e dal miglioramento del clima di fiducia nei mercati e nell’economia in generale” scrive il numero uno della Bce. Come anticipato, ciò che frena la ripresa dell’Eurozona è senza ombra di dubbio il problema dell’occupazione: il tasso di disoccupazione resta troppo elevato. “Il processo di aggiustamento dei bilanci in atto nei settori pubblico e privato e l’elevata disoccupazione hanno continuato a frenare l’attività” si legge nel rapporto annuale della Banca Centrale Europea. Nell’area Euro la situazione del mercato del lavoro è stabile: l’occupazione è scesa dell’1%, il tasso disoccupazione è cresciuto sempre più, fino a raggiungere livelli record. Intanto dal Fondo Monetario Internazionale, arriva un allarme: secondo il FMI infatti, la situazione dell’Eurozona è preoccupante. La soluzione suggerita dal FMI è quella di tagliare aggressivamente i tassi d’interesse, dalla Bce arriverà parere positivo per questa soluzione?

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*