Monti: “Giovani? L’idea di un posto fisso per tutta la vita è monotona”

Dichiarazioni che faranno sicuramente discutere quelle del premier Mario Monti, intervenuto ieri in serata a Mediaset, prima al Tg5 e poi nella trasmissione in seconda serata Matrix. Il premier si è lasciato sfuggire una frase che non ha fatto piacere a molti, in particolare ai tanti giovani. “L’idea di un posto fisso per tutta la vita? Che monotonia dichiara Monti, quasi ricalcando un infelice passaggio di una intervista dello scomparso ex ministro dell’Economia Padoa Schioppa, che qualche anno fa (era il 2007) parlò di giovani italiani bamboccioni, per coloro che non erano autonomi e vivevano ancora in casa con i genitori. Ma l’intervento di Monti non si è concentrato solo su questa frase, ma è andato ovviamente oltre. Primo punto importante è quello dello spread, la differenza che c’è fra i Bund tedeschi ed i titoli di stato italiani. “Lo spread deve scendere ancora e scenderà, dobbiamo aspettarci che la tendenza sarà decrescente: dai massimi di novembre siamo già a 200 punti in meno” spiega Monti, che poi passa ad un nuovo argomento, difendendo il decreto liberalizzazioni, anche se il premier lo definisce un decreto sulla concorrenza. Sui malumori della politica italiana, in particolar modo da parte del Pdl, nonostante il confermato appoggio ricevuto da Silvio Berlusconi, Monti è chiaro. “Trovo che i malumori siano normali da una parte politica che non è più al governo ma trovo che l’appoggio di Berlusconi sia fondamentale, è particolarmente significativo anche perché dà un senso di continuità”. Al termine della lunga intervista, Monti ha confermato come non ci siano possibilità di una sua candidatura alle prossime elezioni.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*