Moody’s: grande equivoco sull’Italia

Alexander Kockerbeck, capo analista per l’Italia di Moody’s, ha voluto smentire a chiare lettere il pericolo di default del Belpaese: “Mi fa piacere poter chiarire gli equivoci. Noi non abbiamo mai sostenuto che le banche italiane fossero in pericolo, e meno che mai che l’Italia fosse minacciata dal contagio greco. Me lo faccia ripetere: l’Italia non è fra i Paesi più a rischio”.

Sempre l’analista ha voluto sottolineare come le polemiche innescate l’altro giorno siano giunte semplicemente da un malinteso, in quanto l’Italia è semplicemente sotto controllo, come Gran Bretagna e Irlanda, perché il rischio di contagio del caso Grecia è altissimo, ed abbassare la guardia in un momento del genere sarebbe imperdonabile. Situazione diversa, invece, per Spagna e Portogallo, per le quali il rischio sembra molto elevato.

Insomma, l’Italia sembra essere piuttosto sana, e il suo sistema bancario non è esposto più di tanto. L’unica nota dolente deriva dal debito pubblico, una questione più che altro strutturale. È inevitabile una sua ulteriore crescita, fino a superare il 117% nel 2011. Sostanzialmente l’Italia gode ancora di buona credibilità sui mercati, proprio per la sua decennale battaglia contro il debito pregresso, dunque niente allarmismi, almeno per il momento.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*