Moody’s declassa il debito pubblico della Spagna

Nella giornata di ieri, l’agenzia americana Moody’s ha tagliato il rating della Spagna. La nazione iberica vede scendere il proprio livello dalla tripla A, al livello AA1. Si tratta della perdita di un solo livello, che riesce a dare maggiore garanzia e stabilità alla finanza spagnola. Infatti poteva andare decisamente peggio, la perdita di un solo livello lascia alla Spagna un ottima affidabilità e un livello di garanzia piuttosto elevato. Si tratta di un periodo poco positivo per la Spagna, se consideriamo che negli ultimi anni è stata declassata anche in altri giudizi: partendo dal gennaio 2009 (giudizio poi confermato ad aprile 2010), Standard & Poor’s aveva declassato la Spagna, seguito a ruota da Fitch nello scorso maggio e adesso è arrivato il giudizio di Moody’s. Ciò che ha fatto declassare il debito pubblico spagnolo, è la scarsa prospettiva di crescita economica del Paese, nonostante gli impegni del governo nel mercato del lavoro e sulle pensioni. Nel terzo trimeste, l’economia spagnola subirà ancora un rallentamento, con una riduzione del deficit al 6% del Pil nella Finanziaria 2011. Moody’s ha aggiunto che l’economia spagnola invece crescerà dell’1% annuo, che per ridurre il deficit ci vorranno nuove misure dopo il 2011 e che ci vorranno alcuni anni prima che l’economia della Spagna si possa riequilibrare. Lo sforzo del Governo Spagnolo per ciò che riguarda la riduzione del deficit, ha convinto Moody’s ad abbassare di un solo livello il rating spagnolo.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*