Moody’s, downgrade del rating per Italia, Spagna e Portogallo

Continua il periodo poco positivo per l’Italia, che ha subito il downgrade da parte dell’agenzia di rating Moody’s. E’ di ieri la notizia del nuovo declassamento italiano, insieme a quelli di Portogallo e Spagna. Il rating sul debito sovrano di Italia e Spagna viene declassato fino al livello A3, con outlook negativo, mentre quello del Portogallo è stato portato al livello Ba3. Fra le altre nazioni che hanno subito questo downgrade, segnaliamo anche Slovacchia, Slovenia e Malta. Dunque non bastano gli sforzi del governo Monti, la situazione italiana resta abbastanza complicata: secondo Moody’s infatti, le incertezze della situazione europea e le previsioni economiche sul 2012, peseranno sui giudizi dei principali paesi, andando a gravare sulla fiducia, già piuttosto fragile dei mercati. Scendendo proprio nello specifico dell’Italia, fra le motivazioni spiegate nella nota dall’agenzia di rating, c’è quella dell’incertezza. “Le incertezze sulle prospettive dell’Eurozona riguardo alle riforme istituzionali della cornice fiscale ed economica”, unite alle debolezze europee, “complicano l’applicazione dei programmi di austerità e delle riforme strutturali necessarie per promuovere la competitività”. In più, ad aggravare la situazione italiana, pesano le possibilità di un fallimento del governo Monti. “Il Governo italiano potrebbe non raggiungere gli obiettivi sul consolidamento e dimostrarsi incapace di ridurre l`ampio debito pubblico”, nonostante Moody’s faccia sapere di apprezzare gli sforzi dell’esecutivo Monti. Nel comunicato, Moody’s spiega anche che nelle prossime settimane potrebbe abbassare il giudizio sui paesi che hanno la tripla A, ossia Francia, Gran Bretagna ed Austria.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*