Mutui: scattata la moratoria

È finalmente scattata la moratoria sui mutui, molto attesa da parte di quelle famiglie ormai da troppo tempo in ginocchio per via della crisi finanziaria. L’accordo siglato tra Abi e associazioni dei consumatori riguarda sostanzialmente la sospensione delle rate sui prestiti per 12 mesi. La domanda dovrà essere presentata allo sportello e l’accettazione sarà vincolata a precise regole stabilite dall’intesa. Non tutti gli istituti hanno però aderito.

[ad]

Ad aver aderito al provvedimento sono infatti circa 90 istituti di credito, ai quali si ricollegano più del 70% degli sportelli presenti sul territorio italiano. Ad usufruire della sospensione saranno comunque oltre 110 mila famiglie, e l’intera operazione dovrebbe avere un valore complessivo di 8 miliardi di euro. I principali interessati sono coloro che hanno un reddito imponibile inferiore ai 40 mila euro e che hanno subito tra il 2009 e il 2010 un evento dannoso, come il licenziamento, la cassa integrazione o un lutto. I Mutui che potranno subire una sospensione del piano di rimborso non dovranno superare i 150 mila euro, e dovranno avere come causale di accensione la costruzione o ristrutturazione dell’abitazione principale.

Si potrà inoltrare la richiesta fino al 31 gennaio dell’anno prossimo. Carlo Pileri, presidente dell’Adoc, si augura che le banche migliorino le condizioni di base sui mutui, per individuare soluzioni più vicine alle esigenze delle famiglie. In ogni caso l’Abi e le associazioni dei consumatori svolgeranno un monitoraggio mirato sull’andamento dell’iniziativa per avere un quadro sempre aggiornato.

Giuseppe Raso

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*