Ordini industriali, nella zona Euro sono in calo del 6.4%: in Italia -9.2%

Dopo una crescita modesta ad agosto, arrivano i dati degli ordini industriali nella Zona Euro a settembre. I dati sono stati elaborati dall’Eurostat: nell’eurozona, c’è stata una flessione degli ordini industriali del 6.4% rispetto al mese di agosto. Un dato fortemente negativo, che viene parzialmente ammorbidito, prendendo in considerazione l’Unione Europea a 27 Stati (dunque anche gli stati extra Euro). Il calo nella Ue a 27 è del -2.3%, dopo un leggero calo ad agosto (-0.3%). E motore negativo di questo calo è proprio il nostro paese: l’Italia ha perso molto terreno rispetto al mese precedente. Gli ordini industriali dell’Italia sono diminuiti del -9.2% rispetto ad agosto. I nuovi ordini sono in flessione in dieci stati, mentre crescono in dodici: a far segnare le peggiori performance, oltre l’Italia, c’è l’Estonia (-9.1%), la Francia (-6.2%), la Spagna (-5.3%) e la Germania (-4.4%), mentre i paesi che hanno offerto una maggiore crescita di ordini industriali sono la Danimarca (+14%), la Lettonia (+13.1%), la Polonia (+5.1%) e la Repubblica Ceca (+4.8%). Va meglio analizzando i dati su base annua: rispetto al 2010, gli ordini industriali aumentano dell’1.6% nella zona Euro, mentre del +2.3% nell’Ue a 27 membri. I dati Eurostat dunque certificano un andamento piuttosto contrastante dell’industria europea.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*