Padoan: “Riforme? Tre anni per avere risultati visibili”

piercarlo-padoanIl Financial Times ha intervistato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan: l’intervista è stata l’occasione per commentare il recente dato relativo al Pil italiano, che ha fatto segnare il secondo semestre consecutivo di flessione. In economia, una situazione simile viene definita recessione, non è qualcosa da sottovalutare. Fra l’altro, nelle ultime ore, anche Morgan Stanley e Confesercenti hanno pubblicato le previsioni per l’intero 2014, dati che continueranno ad essere negativi. “Tutte le previsioni puntavano ad un rialzo del Pil e sono state riviste al ribasso: speriamo che non ci sia un terzo calo” commenta Padoan. Il ministro italiano ha poi parlato del programma di riforme che il Governo Renzi sta attuando: serviranno “minimo tre anni per avere risultati visibili”. Fra i tanti temi trattati dal ministro all’interno dell’intervista rilasciata al Financial Times, si è parlato del tema delle privatizzazioni. Il ministro avrebbe voluto dare una scossa ed accelerare questo sistema, magari mettendo sul mercato il 5% di due pezzi grossi come Enel ed Eni, ma il premier Renzi ha frenato le intenzioni di Padoan. “Per fare le privatizzazioni bisogna prima prendere in considerazione l’umore dei mercati. Al momento quest’umore verso gli asset italiani è ancora molto positivo ma potrebbe cambiare, quindi dobbiamo fare molta attenzione sulla tempistica” ha concluso il ministro.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*