Padoan: “Taglio del cuneo fiscale sarà permanente”

pier-carlo-padoanIl ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, è intervenuto alla Camera: il ministro ha affrontato i temi economici più importanti. In Aula, Padoan ha esordito parlando del provvedimento degli 80 euro in più in busta paga: secondo il ministro, il taglio del cuneo fiscale sarà permanente a partire dalla prossima legge di Stabilità. Il governo infatti si sta impegnando per trovare le risorse per rendere strutturale il taglio dell’Irpef anche nei prossimi anni. E’ chiaro che il Governo sta agendo con margini ridotti, a causa delle difficoltà nella crescita dell’economia italiana, ma il ministro Padoan è convinto che il governo possa riuscire a trovare le risorse necessarie. “Il governo è determinato a preservare l’azione di consolidamento dei conti e attenzione alla crescita. Il taglio del cuneo fiscale sarà reso permanente con la legge di stabilità” conferma Padoan, che poi affronta un altro tema importante, quello della crescita. Secondo il ministro, bisogna seguire una determinata via: il cammino per la crescita è segnato da tre passi fondamentali. Il primo è l’apertura di mercato, il secondo è l’avviamento di riforme strutturali ed infine servono più investimenti per lo sviluppo: con questi tre parametri, anche l’Italia potrà avviare un percorso di crescita stabile. “Il contesto è ancora debole e incerto, non esistono scorciatoie: lo scenario è in linea con la riduzione del debito e siamo su un sentiero compatibile con i parametri europei” spiega Padoan. Chiusura con il mercato del lavoro: il ministro dell’Economia spiega che la riforma del lavoro potrà razionalizzare i meccanismi d’assuzione in Italia, inoltre servirà a rinnovare il sistema degli ammortizzatori sociali, che sarà reso più efficiente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*