Parmalat, Lactalis ha concluso con successo l’Opa

Il gruppo francese Lactalis ha concluso con successo l’Opa su Parmalat: infatti al termine del periodo di offerta, il capitale di Parmalat controllato dall’azienda francese è pari all’83.30%, ben superiore alla soglia del 55%, soglia minima affinchè l’Opa abbia efficacia. Le prime notizie confermano che Parmalat dopo questa Opa resterà comunque quotata in Borsa. La quota superiore al 75% permetterà a Lactalis di avere grandi poteri: infatti i francesi potranno modificare lo statuto, ed approvare operazioni straordinarie. Commenta con soddisfazione la notizia, il patron del gruppo Lactalis, Emmanuel Besnier. “E’ una tappa importante per il nostro gruppo, che ci consente una crescita di quasi il 50% delle nostre attività” spiega. “Lactalis diventa così ancora più internazionale e diversificato. Parmalat e Lactalis potranno beneficiare entrambe della complementarietà della loro organizzazione internazionale e del loro portafoglio di prodotti e marchi, per proseguire il loro sviluppo. Lactalis lavorerà, insieme al management di Parmalat, all’ulteriore sviluppo di Parmalat, nel rispetto della sua struttura e delle relazioni con gli allevatori di tutte le regioni italiane”. Passando ai fattori più tecnici, Lactalis ha condotto l’Opa senza modificare il prezzo originale delle azioni, ossia 2.60 euro per azione: il controvalore complessivo ammonta a 2.45 miliardi di euro. Il pagamento del corrispettivo arriverà il prossimo 15 luglio, mentre per il giorno 12 luglio è stato convocato un consiglio di amministrazione, per sostiture il dimissionario Olivier Savary ed attribuire altre deleghe.

Pietro Gugliotta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*